Tutti gli articoli su lavoro

IKEA apre a Catania!

Scritto da: il 27.09.10 — 0 Commenti
È finalmente arrivato il giorno per la presentazione delle candidature per partecipare alla selezione per le posizioni lavorative per la nuova sede di Catania di IKEA: il gigante giallo e blu, dopo quasi due anni di annunci e dopo aver bloccato con puntualità tutte le voci messe in giro da tante società di selezione che millantavano di avere ricevuto il mandato per l’avvio delle procedure di selezione del personale, ha reso disponibile sul proprio sito istituzionale il form per presentare la propria candidatura. Sciacalli e serietà Per prima cosa vorrei sottolineare l’attenzione che IKEA ha posto nell’evitare il sorgere di vane speranze o false aspettativa grazie ad un costante controllo di questo fenomeno di sciacallaggio, quasi sempre avvenuto via internet attraverso siti di job hunting più o meno attendibili. Il primo dato sulle domande presentate (più di trentamila nelle prime 48 ore) è più che sufficiente a fare comprendere quanto la ricerca di un lavoro sia diventata un momento ad altissima criticità. Se dal lato dell’immagine e della comunicazione istituzionale, IKEA appare quasi perfetta dimostrando un approccio serio e responsabile nei confronti degli aspiranti collaboratori, lo stesso non si può dire della scelta degli strumenti di gestione e raccolta delle candidature. Primo punto a sfavore, infatti, è l’assenza sulla prima pagina di un banner o di un link di collegamento diretto all’are presentazione candidature per Catania. Un percorso a ostacoli L’accesso si ottiene solo dopo avere cercato in fondo alla pagina la sezione “Lavora con noi”. A questo punto si arriva all’area dedicata alla raccolta dei CV per il nuovo punto vendita di Catania. Almeno nella fase di registrazione dei dati del CV il sistema funziona sia con Firefox e Chrome sia con Internet Explorer. A completamento di registrazione dovrebbe inviare una mail di conferma, ma non sempre ciò avviene e non è chiaro se il problema dipende ...

Dare a Cesare quel che è di Cesare

Scritto da: il 06.09.10 — 0 Commenti
Fa sempre notizia quando una personalità pubblica di grande influenza decide di dare il proprio parere in un campo diverso rispetto a quello dove istituzionalmente opera. Stavolta è stato il Papa che ha deciso di dire in materia di priorità e obiettivi dei giovani. Ratzinger, infatti, partendo dal tema del lavoro invita i giovani a ricercare prima la solidità e la fede in Dio e poi un posto di lavoro stabile, ritenendo che la sicurezza economica non possa essere in pieno goduta senza delle solide basi cattoliche. Devo dire che, da tecnico e da economista, faccio fatica a far coesistere nella stessa frase concetti come la stabilità economica e la fede. Sebbene sia indiscutibile che per la crescita ed evoluzione completa dell'individuo non deve essere trascurata la componente più intima e la morale, mi sembra scarsamente efficace definire delle priorità tra fede e lavoro. L'anteposizione della fede alla ricerca di un equilibrio nella società moderna attraverso il reperimento di adeguate fonti economiche è oggi anacronistica e probabilmente poco efficace in termini di comunicazione. Pur non appartenendo a quelli che affidano alle mode o al consumo di beni materiali un ruolo preminente non riesco a far mio o ad accogliere con condiscendenza la richiesta che fa il santo padre. Aggiungo che le mie perplessità crescono ancora di più valutando le condizioni del mercato del lavoro e le prospettive per i giovani, soprattutto in Italia. Tra le economie del G8 siamo sicuramente quella che presenta la peggiore gestione del precariato. In Italia il sistema produttiva ed il mercato del lavoro non ha l'esperienza della mobilità e della trasformazione/ricollocazione dei lavoratori tipica degli Stati Uniti, nè tanto meno possiamo rivolgerci ad  un sistema bancario capace di essere un motore per la trasformazione economica dato che qualsiasi richiesta di finanziamento richiede considerevoli garanzie economiche e patrimoniali che né ...

Bad Job I

Scritto da: il 16.11.09 — 3 Commenti
La contrazione della domanda, la crisi che si è manifestata in diversi mercati, unita ad una sempre maggiore difficoltà  nel cambiare lavoro o nell'individuare un primo impiego, si traducono in una proliferazione di siti per la ricerca di lavoro e di "jobfinder" ((Un jobfinder è uno strumento di ricerca che aggrega, raccoglie ed organizza gli annunci di lavoro selezionandoli in ragione degli elementi che sono stati inseriti nel proprio profilo.)) che in alcuni casi mostrano degli annunci che vanno dal discutibile all'offensivo. In questa rubrica, che prende spunto da un post di Sartoni, da ora in poi ne avrete degli esempi. Partiamo da uno, tratto Trovolaro.it, area dedicata del Corriere della Sera, che ha tutti gli elementi necessari per i nostri scopi. SENIOR ACCOUNTANT (ESPERTO/A CONTABILITA' - ANALISI - BILANCIO) Sede di Lavoro: Agrate Brianza La nostra azienda cliente fornisce solzioni in ambito di test di sicurezza e certificazioni. I loro marchi e servizi agevolano l'accesso e l'accettazione dei prodotti su maggiori mercati del mondo. Per ampliamneto organico siamo alla ricerca di: SENIOR ACCOUNTANT (ESPERTO/A CONTABILITA' - ANALISI - BILANCIO) REQUISITI MINIMI Laurea (Vecchio Ordinamento o Specialistica) in Economica e Commercio; Età 30/40; Residenza in provincia di Milano; Ottimo inglese; Esperienza di minimo 5 anni : Contabilità - Analisi - Bilancio (si occuperà anche di consulenza e reporting); Dovrà gestire i processi di chiusura mensile e annuale dei bilanci della società e garantire un accurato reporting; Conoscenza di US GAAP(principi di contabilità americana); Conoscenza Oracle; Provenienza da multinazionale preferibilmente americana; Autonomia, Determinazione , Capacità di Problem Solving e forte capacità di negoziazione; Disponibilità immediata INQUADRAMENTO Contratto a Tempo Indeterminato (RAL € 35,000 - 40,000) Ammesso che non sia un fake, la prima considerazione va subito fatta per la denominazione della posizione. Scelta della lingua inglese per la prima parte, che individua effettivamente solo l'anzianità nel ruolo (senior è infatti una figura professionale con esperienza superiore ai cinque anni), e di seguito la ...
carlo lo re Violetta Lima Luciana Cameli Livia Di Pasquale Leandro Perrotta Ignazio Del Campo Fabiola Foti Alessandro Puglisi
Design & GUI by Mushin | Many Thanks to FamFamFam (icons) & Komodomedia (icons) & chrfb (icons) | WebStrategist (area test) | Hosted by MediaTemple